L’attesa

Basta poco perché cose che prima non erano un problema il giorno dopo lo diventino. La pretesa di dimostrarsi più forti di ciò che ci capita e la paura che scaturisce dalla sensazione di non riuscire a difendersi altrimenti completano l’opera.

Oggi io respiro e aspetto. Piango un po’, ma cerco di non fuggire. E osservo con fiducia, duellando con i pensieri, il mio cuore che attende. E respira. E crede.

La tentazione di voltare lo sguardo, di nascondersi in un cantuccio al sicuro è forte. Sapevo che non poteva essere oro tutto quel che luccicava, ma non cederò alle lusinghe della recriminazione né della commiserazione. Sono lì dove volevo essere, la strada è stata lunga e non è ancora finita, l’orizzonte mi guarda con la sua infinitudine e mi ricorda la volontà con la quale mi sono incamminata.

Il giorno lascia il posto alla notte e la notte a sua volta finisce in un nuovo giorno. Ed io non so. Muoverò alla fine un passo. In quale direzione? Ancora non so. Nel frattempo sto. Respirando.

Questo quello che so: piccoli passi possibili, senza fretta, senza paura. Anche se camminerò da sola.

ultimo abbraccio

Annunci

Informazioni su Lyra

Always happy, jaunty, friendly, good, idealist, tenderhearted; sometimes lazy, careless, stubborn, impazient, a little goofy; most often I used to be pragmatic, sympathetic, tricky, trustful... In conclusion, messy with style ^_^ Vedi tutti gli articoli di Lyra

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: