Presenze invisibili

 
"Quello che si vede è solo la metà di ciò che esiste". (Ghost Whisperer)
 
Il fatto che questa frase venga dal personaggio di un telefilm americano sui fantasmi, di certo non depone a suo favore, ma trovo che ci sia molto di vero in quello che dice. Mi fa tornare in mente una bella frase di un capitolo molto commuovente del Piccolo Principe:  "l’essenziale è invisibile agli occhi" .
Quello su cui riflettevo non  è solo l’invisibile che riguarda la Fede e Dio (come sarebbe ovvio e inevitabile quando si parla di "credere senza poter vedere") , ma piuttosto il fatto che in verità metà di ciò che è l’uomo E’  invisibile.
Penso ai pensieri, ai sogni, ai sentimenti, che non vediamo eppure sono reali, eccome se lo sono… anzi, penso quando a volte sembra che il nostro dolore o la nostra paura o, magari, la nostra felicità sono l’unica cosa che ci sembra di essere, come se non ci riempisse altro e ci viene il dubbio se il nostro corpo sia davvero in grado di contenere tutto quello che viene dal nostro cuore o dalla nostra mente… Quante volte ho desiderato poter "spegnere" i miei pensieri o mi sono sentita letteralmente scoppiare il cuore incapace di contenerli…
Dov’è il confine allora fra ciò che è reale e ciò che non lo è? E per non-reale non intendo immaginario, perchè il reale è qualcosa di molto più complesso e articolato del semplice "ciò che possiamo vedere", secondo me.
La morale di questa riflessione alla fine comunque trovo che sia che c’è del buono anche nei telefilm americani, il che di questi tempi televisivi mi è quasi di  conforto!  ^__^


Annunci

Informazioni su Lyra

Always happy, jaunty, friendly, good, idealist, tenderhearted; sometimes lazy, careless, stubborn, impazient, a little goofy; most often I used to be pragmatic, sympathetic, tricky, trustful... In conclusion, messy with style ^_^ Vedi tutti gli articoli di Lyra

3 responses to “Presenze invisibili

  • Tommaso

    Credo che tu abbia ragione, più della metà di quello che siamo è invisibile sia agli alti che a noi stessi. Invisibile agli occhi ma anche al tatto, all\’udito, all\’olfatto e al gusto. Questo perché siamo molto più di quello che sembriamo come gli iceberg mostriamo solo una piccola parte di noi stessi mentre galleggiamo alla deriva nel mare.
     
    (P.S. anche se sei una professionista nel campo, forse la tua affermazione sui telefilm è un pò troppo buona!!)

  • Lyra

    Eheh grazie per la "professionista", ma non credo di aver dato a Cesare più di quel che Cesare merita, piuttosto ho avuto un\’altra piccola conferma che buone riflessioni possono venire dagli spunti più disparati, e spesso non sono nelle intenzioni di chi li ha messi lì. Ma se siamo abbastanza ricettivi possiamo scoprire insospettabili connessioni fra i pensieri, perchè come diceva uno dei miei prof, i prodotti culturali vivono di vita propria, non appartengono a chi li crea nè a chi li fruisce, ma come spugne assorbono da entrambi ed è per questo che analizzandoli anche a distanza nel tempo ci restituiscono sempre qualcosa. Insomma poi i sociologi campano su questa convinzione, un fondo di verità dovrà pur esserci no? ^_-

  • Fabio

    Invisibili o intangibili direi, sfuggenti: a volte abbiamo un leggero sentore di ciò che c\’è dentro di noi ma come cerchiamo di focalizzarlo sembra fuggire sul punto cieco dell\’occhio, appena al di fuori del campo visivo, ma appena percettibili. Sappiamo che quell\’emozione è li ma non sappiamo darle forma, colore, e a volte non sappiamo verso chi è rivolta.
     
    Cmq tornando allo spunto in se, in effetti a volte basta una singola frase, che magari per l\’autore non ha nemmeno significato, ma smuove qualche meccanismo nella nostra testa e ci porta a tutta una serie di ragionamenti di cui l\’autore non saprà mai.
    Come hai detto tu: ognuno recepisce in maniera diversa gli stimoli. Come direbbe Simmons, un\’autore di fantascienza americano, ogni autore che, nella storia, ha avuto un\’idea originale, vivida, potente, ha creato un\’universo parallelo in cui quell\’idea esiste e prolifera in modo totalmente indipendente dal suo creatore 🙂
     
    Cirunz!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: